Carlo Montella

Milano

Roma

Carlo Montella è partner di Orrick e global Deputy Business Unit Leader del dipartimento Energy & Infrastructure. È un avvocato con una comprovata esperienza nell’ambito del project development e dell’acquisizione e finanziamento di asset nei settori dell'energia e delle infrastrutture.

Carlo ha una solida esperienza e un background specifico nell'assistenza a sponsor internazionali, società energetiche multinazionali, grandi fondi di private equity, project developer, borrowers e debt issuers, banche di investimento e altri finanziatori e investitori, i quali apprezzano il contributo che è in grado apportare grazie alla sua vasta esperienza, al suo concreto know how e alla volontà di superare le aspettative del cliente.

Offre regolarmente consulenza nell’ambito di fusioni, acquisizioni, joint venture, sviluppo, strutturazione e finanziamento di grandi progetti energetici e infrastrutturali, sia in Italia che internazionalmente (inclusi il Regno Unito e i Paesi dell'Est Europa).

Ha una significativa esperienza nei settori dell'energia elettrica, eolica, solare, da biomassa, geotermica e in altri progetti di energia rinnovabile. Ha inoltre rappresentato clienti in operazioni concernenti il trasporto di energia elettrica e gas naturale.

  • Glennmont Partners e PGGM, nella stipula degli accordi per la cessione ad ENI di uno dei principali portafogli eolici in Italia. Il portafoglio è composto da 13 impianti eolici onshore localizzati in Sud Italia con una capacità installata totale di circa 315MW.

    Greencells Group, nella negoziazione e sottoscrizione di un accordo quadro di sviluppo e compravendita e dei relativi contratti di sviluppo in relazione ad una pipeline di progetti agrivoltaici in corso di sviluppo da parte di un primario sviluppatore del settore, situati in Sardegna e aventi una potenza complessiva attesa sino a 790 MWp, e nel perfezionamento del primo closing relativo ad un primo set di progetti per complessivi 207 MWp.

    Glennmont Partners nell’acquisizione e sviluppo di un progetto in Lazio, della potenza autorizzata di 54 MW al termine di complesso contenzioso amministrativo che ha visto coinvolti il Consiglio dei Ministri e il MIBACT.

    Obton A/S, nell'acquisizione da E2E, di un portafoglio fotovoltaico che ha permesso al fondo di arrivare a una potenza installata acquisita in Italia superiore a 270MW.

    MEAG Munich Ergo, società di asset management del Gruppo Munich Re, nella sottoscrizione di strumenti alternativi di debito per un valore complessivo di €300 milioni emessi da Metaenergia nell'ambito di un project financing per la costruzione di 9 centrali a gas sviluppate da Metaenergia per il capacity market italiano.

    Obton A/S (WT II Senior S.r.l.), nel green loan financing, su basi project finance, di oltre €400 milioni concesso da Natixis S.A. - Succursale di Milano, UniCredit S.p.A. e Generali Global Infrastructure.

    Obton A/S (Vialli PV Italy), nel finanziamento da €126.6 milioni concesso da Intesa Sanpaolo S.p.A. e Banco BPM S.p.A. La società di scopo finanziata detiene indirettamente tramite società controllate 43 impianti fotovoltaici situati in Italia.

    Gruppo Acea, nella cessione per €220 milioni al Fondo britannico di investimento Equitix, gestito da Equitix Investment Management Limited, di una quota di maggioranza nella società che detiene gli asset fotovoltaici del Gruppo Acea già in operation o in via di allacciamento alla rete in Italia. Equitix costituirà insieme ad ACEA Produzione S.p.A. una HoldCo, partecipata al 60% dal Fondo, che acquisterà Acea Sun Capital S.r.l, titolare, tramite alcuni veicoli societari, di un portafoglio di impianti fotovoltaici, con una capacità complessiva di 105 MW. L’accordo prevede anche un PPA di lunga durata. Orrick ha assistito Acea Produzione anche nella strutturazione del finanziamento da 190 milioni concesso da un pool di banche composto da Intesa Sanpaolo, ING, Natixis e BPCE Lease in favore di Equitix e AE Sun Capital S.r.l.

    European Energy, nella vendita a Iren di un portafoglio di cinque impianti fotovoltaici con una capacità nominale totale di circa 120 MW.

    KGAL, nell'acquisizione di due progetti fotovoltaici ready to build della potenza autorizzata aggregata di 250MWp da realizzare nel Lazio.

    KGAL, nella predisposizione e negoziazione del secondo PPA bilaterale di lunga durata del mercato italiano, sottoscritto con DXT, in relazione all’energia elettrica che sarà prodotta da un impianto fotovoltaico in regime di “market parity” in Sardegna.

    Un pool di banche composto da Natixis S.A., in qualità di agent, Natixis SA - Milan Branch in qualità di structuring mandated lead arrangers & bookrunner e lender insieme a Intesa Sanpaolo S.p.A. in qualità di structuring mandated lead arrangers & bookrunners, lender e account bank e UniCredit S.p.A. in qualità di structuring mandated lead arrangers & bookrunners e lender nel finanziamento, su base project finance, di €185 milioni in favore del comparto “Obton Secondo”, costituito all’interno del fondo denominato Obton Italy, gestito da Sagitta Sgr.

    Natixis nel primo finanziamento in assoluto non supportato da sovvenzioni statali in Italia, finalizzato alla costruzione di un impianto fotovoltaico con una potenza fino a 103 MW, all'epoca il più grande impianto solare in Italia.

    Glennmont Rebs Fund in una nuova operazione di cartolarizzazione green per un valore di €25,6 milioni, garantita da un portafoglio di impianti di energia rinnovabile con una capacità installata totale di 110 Mw.

    Foresight Group, nella sottoscrizione di una serie di project bonds, quotati al segmento ExtraMotpro di Borsa Italiana, del valore complessivo di €12,8 milioni, destinati alla realizzazione di un impianto di biogas in Sardegna di capacità pari a circa 30mila ton/anno.

    Canadian Solar Inc., nella negoziazione e sottoscrizione con Trailstone, di un PPA a dieci anni, volto a disciplinare la compravendita dell’energia elettrica prodotta da un primo portafoglio di impianti fotovoltaici di circa 17.6 MW da realizzare in Sicilia in regime di market parity, senza alcun FiT o altro incentivo governativo. Il portafoglio è di proprietà congiunta di Canadian Solar e Manni Energy. Il PPA coprirà il 100% dell'elettricità generata dal portafoglio e si ritiene che sia il PPA più a lungo termine per un portafoglio fotovoltaico completamente non sovvenzionato.

    ERG, nella sottoscrizione di un accordo di co-sviluppo nel mercato spagnolo tra la controllata Erg Power Generation e Renergetica relativo a progetti greenfield nel settore fotovoltaico ed eolico, per un totale di circa 100 MW all'anno. Renergetica inoltre supporterà ERG nell'acquisizione di progetti ready-to-build e in operations.

    Sonnedix nell'operazione di rifinanziamento da €160 milioni, su base non-recourse, di un portafoglio di 21 impianti fotovoltaici in Italia, della capacità installata di 29.3 MWp.

    Sonnedix, nella prima acquisizione (per dimensione) di impianti solari esenti da sovvenzioni attivi in Sicilia, con potenza complessiva di 17,7 MWp, dalla joint venture costituita da Canadian Solar UK Projects LTD e Manni Energy S.r.l. (società del Gruppo Manni).  

    Green Arrow Capital, gestore del Fondo GreenArrow Energy Fund (GAEF), nell’avvio di due impianti mini-idro, situati su acquedotti a Viterbo e Campobasso.

    iCON Infrastructure, nell’operazione di rafforzamento della joint venture già esistente con il Gruppo EGEA.

    UniCredit S.p.A., in qualità di Sole Structuring MLA, Lender, Hedging Counterparty, Transaction Agent e Account Bank e due investitori istituzionali in qualità di sottoscrittori del bond, nella complessa operazione di rifinanziamento da €87 milioni del portafoglio di 40 impianti fotovoltaici detenuti da Sungem Holding Italy S.p.A. tramite 10 Società di progetto. Il rifinanziamento ha unito le caratteristiche di un finanziamento bancario, su base project finance, con quelle di una emissione obbligazionaria, sotto forma di mini-bond.

    VEI Green, nella vendita a ERG di un portafoglio di 90 MW di impianti fotovoltaici operativi in Italia con un valore di impresa superiore a €330 milioni.

    VEI Green (controllata da VEI Capital) e Foresight Group, in una riorganizzazione societaria volta a consolidare i rispettivi portafogli fotovoltaici (circa 90 MW) nel veicolo di joint venture ForVEI, ottimizzando così i rendimenti degli asset esistenti (anche attraverso una linea di credito limited recourse da €180 milioni concessa da UBI Banca S.p.A., Banca IMI S.p.A., UniCredit S.p.A. e Mediocredito Italiano) e creando una piattaforma per successivi investimenti in asset fotovoltaici.

    Glennmont Partners nel rifinanziamento da €190 milioni relativo ad un portafoglio di impianti eolici per una capacità totale di 245MW. Il complesso rifinanziamento ibrido comprendeva sia un finanziamento bancario da €20 milioni che un project bond (il primo su impianti eolici in Italia), da €170 milioni, emesso da CEF 3 Wind Energy S.p.A. e quotato al segmento ExtraMotpro di Borsa Italiana. Il bond unrated è strutturato come un’unica tranche a tasso fisso ed è stato interamente collocato presso investitori istituzionali internazionali.

    Glennmont Partners, nell'acquisizione da €416 milioni del suddetto portafoglio di progetti eolici da 245 MW dalla società elettrica spagnola Iberdrola.